E’ possibile detrarre dall’Irpef una parte degli oneri sostenuti per ristrutturare le abitazioni e le parti comuni degli edifici residenziali situati nel territorio dello Stato.
In particolare, i contribuenti possono usufruire delle seguenti detrazioni:

  • 50% delle spese sostenute (pagamenti effettuati tramite bonifico) dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2015, con un limite massimo di € 96.000 per ciascuna unità immobiliare
  • 36% con il limite massimo di € 48.000 per unità immobiliare, delle somme che saranno spese dal 1° gennaio 2016

L’agevolazione spetta ai proprietari degli immobili, ai titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese.